HOME-TEMP_IT

Verso una società in cui tutte le industrie si prendono cura del suolo

Con la partecipazione di aziende provenienti da Italia, Giappone e Germania, JINOWA è un consorzio internazionale che mira a lavorare duramente sulla decarbonizzazione e il ripristino dell’ecosistema attraverso la produzione di “suolo sano”.

Sappiamo che durante il 2020, quando sia le attività lavorative che quelle della nostra vita quotidiana sono state gravemente rallentate a causa della diffusione del Corona virus, il mondo ha visto una riduzione annua di anidride carbonica pari al solo 7%.

Più che acquistare pannelli solari, smettere di produrre e usare plastica o acquistare auto elettriche, abbiamo bisogno di un drastico cambiamento verso il ripristino dell’ambiente e dell’ecosistema, una questione che interessa l’intero pianeta.

Il miglior meccanismo di decarbonizzazione consiste nello sfruttare il ciclo naturale del carbonio, poiché il suolo sano e fertile ha la capacità di assorbire e immagazzinare l’anidride carbonica presente nell’atmosfera. Allo stesso tempo, è noto che la fertilità del suolo aumenta quanto più alto è il contenuto di carbonio in esso.

La salute del suolo è strettamente collegata alle piante, alle persone e a tutte le forme di vita cosicché anche la cura del suolo contribuisce in modo significativo al benessere delle persone.

Crediamo che eliminare tutti i rifiuti industriali e passare a un sistema mirato a “prendersi cura del suolo” sia la miglior soluzione per ripristinare non solo l’ambiente, ma anche tutti gli ecosistemi, compreso l’uomo.

Messaggio della fondatrice

I tre cerchi nel logo di JINOWA rappresentano la Terra, la Conoscenza e le Persone, simboleggiando così l’ideale di un sistema industriale radicato negli esseri umani e nei territori, tutti collegati in un unico ecosistema, rendendo la terra un suolo sano, non il ricettacolo di rifiuti da smaltire. Nasce dall’intenzione di collegare le imprese di tutto il mondo all’interno di un ciclo di ritorno.

Nella nostra società moderna, la pratica di restituire al suolo gli strumenti e i materiali da costruzione che usiamo nella vita quotidiana è stata a lungo dimenticata.

Oggigiorno si pensa spesso che sostenibilità significhi produrre e costruire con materiali forti e resistenti, come il cemento e la pietra, per poterli utilizzare a lungo. Tuttavia, il popolo giapponese ha creato uno stile di vita completo di abbigliamento, cibo ed edifici realizzati con materiali naturali, come terra e legno, deperibili e facili da compostare, nutrendo così in maniera adeguata un’ampia varietà di culture. E tornando alla saggezza della manutenzione e ricostruzione periodica mentre restituiscono i materiali al suolo, vivono creando il nuovo senza danneggiare la natura.

Si dice che alle divinità giapponesi piaccia la parola “tokowaka”, che potrebbe essere tradotta come “sempre bello e giovane rigenerandosi ripetutamente”.

Ad esempio, il famoso santuario imperiale scintoista di Ise, centro della religione e della cultura scintoista giapponese, viene tradizionalmente ricostruito ogni 20 anni, incorporando l’idea di valorizzare e rispettare la forza vitale che dimora nelle cose nuove.

Infatti, tutta la ceramica utilizzata per i pasti dedicati alle divinità al santuario Ise è fatta di terra non smaltata, e ogni anno vengono lavorati a mano circa 60.000 pezzi di ceramica. Inoltre, la pratica di frantumare la terracotta utilizzata una sola volta, restituendola così al suolo, dura da 1300 anni.

Usare in questo modo materiali naturali, creare ogni giorno cose nuove e restituirle al suolo è diventata poi un’abitudine comune nella vita quotidiana, una pratica di armonia e convivenza con la natura e con il mondo che verrà.

Vorremmo diffondere questo ideale, nato in Giappone, di un modello di società di ritorno circolare per il ripristino e il recupero dell’ambiente e dell’ecosistema, a cui tutto il mondo dovrebbe mirare in futuro.

Salpando da Venezia, qui a JINOWA puntiamo al mondo.

1 maggio 2021

YUKAKO Saito
Fondatrice di JINOWA
Presidente e amministratrice delegata
di GEN Japan Co., Ltd

Contattaci

Powered by GEN